MENU
corretta-manutenzione-01

Più chilometri, meno consumi: i vantaggi di una corretta...

Manutenzione del veicolo: cosa è importante sapere

8 ottobre 2015 Comments (0) Views: 1451 Manutenzione auto

Manutenzione del veicolo: cosa è importante sapere

Vorresti una macchina più affidabile e sicura, che duri di più a fronte di consumi di carburante ridotti? Sono questi i principali vantaggi assicurati dalla manutenzione auto, questione trattata spesso con grande superficialità e distrazione dagli automobilisti. L’autofficina è chiamata in causa quando qualche spia si accede sul cruscotto o se si riscontrano problemi. L’approccio dovrebbe essere diverso, e proprio come di fronte a un organismo anche l’architettura meccanica della tua auto deve essere trattata nel rispetto del motto: “meglio prevenire che curare”.

In caso di acquisto di un’auto nuova, l’assenza di una manutenzione ordinaria mina la garanzia del veicolo. Il proprietario, rispettando i tagliandi previsti dalla casa produttrice, godrà di diversi vantaggi. Anzitutto è un investimento di lungo periodo: sarà più facile vendere la macchina e a un prezzo maggiore. Non solo. Un motore efficiente percorrerà più chilometri a fronte di minori consumi.

Un’altra importante variabile che compone il quadro della manutenzione ordinaria è la pressione degli pneumatici. Una verifica che andrebbe eseguita circa ogni due settimane. I rischi associati a una pressione inadeguata sono numerosi e tutt’altro che secondari. Crescono infatti i consumi di carburante, fenomeno associato a una minore tenuta di strada. Nel lungo periodo inoltre un’usura anomala del battistrada danneggia la struttura della gomma. Il controllo della pressione va condotto a penumatici freddi, nel rispetto dei valori riportati dalla casa produttrice.

Altrettanto rilevante è il controllo dell’olio. Le auto moderne non ne prevedono un grande consumo, ma è comunque un aspetto pertinente la sicurezza e l’efficienza del motore una verifica periodica ogni circa mille chilometri. Come per le gomme, l’auto deve essere rimasta spenta per almeno cinque minuti prima di effettuarne la verifica.

Il cambio dell’olio, che di solito è segnalato dal computer di bordo (può essere eseguito, a seconda del veicolo, ogni 15-30mila chilometri), va invece realizzato presso un meccanico autorizzato se la macchina è ancora in garanzia. Altrimenti ci si può rivolgere a una comune autofficina, oppure, se si hanno adeguate competenze, compierlo in totale autonomia.

Insomma, la manutenzione è un impegno sia psicologico che materiale, ma che offre grandi vantaggi all’automobilista responsabile. Vuoi sapere come creare un reminder scadenze o quali sono i passaggi da seguire per l’acquisto di un’auto usata? Segui i nostri nuovi approfondimenti.

Tag:

Comments are closed.